Visualizzazioni totali

sabato 27 maggio 2017

UNa Ispezione dell'ASP al Plesso VERGA. COMUNICAZIONE UFFICIALE DEL SINDACO


Ancora interventi sul problema del Plesso Verga

 IL PRIMO CITTADINO
AVV. ANTONIO BEVILACQUA

PIETRAPERZIA. Non si placa la polemica sul plesso Verga sulla situazione igienica dove sono stati fatti esposti ai carabinieri ed alla procura della repubblica. In questo contesto arriva una relazione dettagliata del sindaco Antonio Bevilacqua.
       Il primo cittadino comunica: “Giovedì scorso si è svolto presso il plesso Verga un sopralluogo congiunto del SIAV dell’ASP : presenti la dott.ssa Bellina, del Servizio igiene e ambienti di vita dell'ASP, il tecnico di prevenzione Dott. Calcagno, il responsabile del plesso prof.ssa Salvaggio, il comandante dei Vigili Urbani Giovanna Di Gregorio ed il sottoscritto”.  
Il sopralluogo ha riguardato il cortile esterno della scuola ed è stato disposto a seguito dei timori, esternati da alcuni genitori, circa la presenza di pericoli per la salute dei propri figli, alunni della scuola. 
“Dal sopralluogo è emerso chiaramente – comunica il sindaco Bevilacqua -  che le condizioni igienico sanitarie del plesso in atto sono buone e non ci sono problema di nocumento alla salute pubblica. Le maggiori preoccupazioni riguardavano i dubbi avanzati circa la presenza di ratti. Tali preoccupazioni sono state definitivamente fugate. Infatti, non solo non sono stati avvistati roditori nel cortile o nelle immediate vicinanze della scuola, ma non sono 
neppure state rilavate tracce della loro presenza nel corso di tutto l’anno scolastico”. 
Alla fine il team ispettivo comunica: “In buono stato anche la pulizia delle aree verdi, delle aiuole e delle siepi poste all’interno del cortile. Splendenti, inoltre, i locali interni della scuola e per tale motivo i presenti rivolgono i complimenti per l’ottimo lavoro ai docenti della scuola, per il tramite della responsabile del plesso prof.ssa Salvaggio ed personale ATA che collabora anche nel mantenimento della pulizia”. 
Conclude il Sindaco: “In previsione della chiusura estiva della scuola, anche per quest’anno sono in programma e saranno realizzati quegli interventi che potranno rendere le nostre scuole ancora più accoglienti e sicure”.
Giuseppe Carà

venerdì 26 maggio 2017

SOSPESE LE PARTITE PREGRESSE



Sospese le partite pregresse (Conguagli di anni passati)


 IL SINDACO ANTONIO BEVILACVQUA

PIETRAPERZIA. “Per la prima volta nella bolletta dell’acqua non ci sono le partite pregresse”. Esordisce così il sindaco di Pietraperzia Antonio Bevilacqua, rivendicando un risultato secondo qualcuno impossibile. Infatti, dopo anni di discussioni, finalmente qualche mese fa in seno all’assemblea dell’ATI (ambito territoriale idrico) che si è insediata al posto dell’ex. ATO idrico, i sindaci dell’ex provincia di Enna avevano trovato un punto di condivisione fra chi sosteneva che contro le partite pregresse nulla si può fare e chi le riteneva sicuramente illegittime, votando per la loro temporanea sospensione per sei mesi, durante i quali gli stessi sindaci hanno promesso di approfondire la questione della legittimità o meno di questa posta caricata in bolletta ormai da anni. In sintesi, le partite pregresse sono conguagli relativi agli anni dal 2005 al 2010 che il gestore Acquaenna ha computato secondo quanto prevederebbe una delibera dell’Autorità Garante nazionale. Poi queste somme, inizialmente calcolate dallo stesso gestore in oltre 40 milioni di euro, sono state oggetto nel 2009 di accordo bonario fra Acquaenna e l’ex ATO idrico per un totale di 30 milioni. Poi, nel 2012 questa somma è stata calcolata a consuntivo in circa 22 milioni di euro, riconosciuti con delibera dell’ex ATO idrico dai sindaci allora in carica. Quindi, nel 2013, il commissario della ex provincia di Enna, facente funzioni dell’assemblea ATO idrico in liquidazione, ha approvato una determina con cui autorizzava Acquaenna a caricare queste partite pregresse in bolletta. La delibera di sospensione adotta dall’ATI è stata oggetto di impugnazione da parte di Acquaenna e si attende l’esito. “Le bollette che stanno arrivando in questi giorni agli utenti – afferma Bevilacqua – sono la dimostrazione che i sindaci hanno ancora qualche potere e che il gestore deve rispettare quanto deciso dall’Assemblea, a differenza di quanto sostenuto da qualche esponente politico secondo cui la sospensione deliberata non valeva nulla. Ora è il momento di definire una volta per tutte la questione della validità o meno di queste ormai famose partite pregresse”. Ed infatti, a fronte delle citate delibere con cui in passato i sindaci allora in carica avevano sostanzialmente approvato tali somme, i sostenitori della lori illegittimità sottolineano che in quelle sedi i sindaci avevano messo a verbale in termini chiari che le somme milionarie erano approvate solo a condizione di accedere a finanziamenti regionali che le avrebbero coperte, vietando che potessero essere caricate in bolletta. In tutto ciò l’unica certezza è che i giudici di Enna e dei comuni limitrofi continuano ad annullare le partite pregresse ai cittadini che le impugnano, ma così sarebbe necessario fare una causa per ogni singola bolletta
Giuseppe Carà

mercoledì 24 maggio 2017

L'ASP (AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE) DIFFIDA IL COMUNE PER DISSERVIZI NEL PLESSO VERGA.



Diffida al comune per intervento di somma urgenza per il plesso Verga

 PLESSO GIOVANNI VERGA

PIETRAPERZIA. Diffida al comune per intervento di somma urgenza per il plesso Verga. La diffida è stata comminata dal  dall’ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) di Enna a firma del dirigente medico dottor Giuseppe Lo Monaco. Sul plesso Verga era stata fatta una visita ispettiva dal dottor Giuseppe Lo Monaco con la presenza del maresciallo Giuseppe Geraci su segnalazione del signor Salvatore Tramontana che evidenziava ritardi sulla bonifica del cortile dove era stata fatta la potatura agli alberi ed ancora erano presenti le sterpaglie.
       “La lettera dell’Asp – afferma il sindaco Antonio Bevilacqua - è molto perentoria e dà delle prescrizioni immediate; però arriva inopportuna perché la bonifica nei plessi scolastici è stata avviata prima dell’apertura della scuola. Dall’inizio dell’anno in tutti i plessi scolastici abbiamo  impiegato la somma di 50 mila euro. Abbiamo fatto dei lavori di rinnovamento come servizi sanitari ed altro. Abbiamo predisposto la potatura degli alberi  e poi abbiamo fatto la pratica per toglier le sterpaglie, con i dovuti tempi tecnici”.
       “Quindi – conclude il sindaco – la scuola è in ordine ed i ragazzi e le classi lavorano serenamente. Abbiamo fatto tre interventi sanitari di disinfestazione dall’inizio dell’anno in tutto il paese. Noi accettiamo le critiche, ma spesso sono frutto di demagogia e disinformazione. Inoltre abbiamo risolto in modo egregio il problema del trasporto dei pendolari; infatti abbiamo coperto tutto il 2017. Auguro agli alunni ed ai docenti un buon lavoro ed una buona chiusura di anno scolastico”.
Giuseppe Carà
              

martedì 23 maggio 2017

Ordinanza del sindaco per il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti nel comune di Pietraperzia


Ordinanza del sindaco per il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti nel comune di Pietraperzia

Il Sindaco Antonio Bevilacqua 

PIETRAPERZIA. Ordinanza del sindaco per il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti nel comune di Pietraperzia. Cassettoni strapieni e molti sacchetti per terra. Situazione gravemente indecorosa ed igienicamente a rischio.
       Intervento tempestivo del sindaco che prevede la normalizzazione al massimo in tre giorni. Decisa e perentoria l’ordinanza del primo cittadino.
       L’affidamento è stato fatto alla ditta Progitec di Lapiana Angelo che ha fatto pervenire  un preventivo di spesa dell'importo di €. 39.553,25 oltre IVA per l'espletamento del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti nel territorio comunale di Pietraperzia dal 22.05.2017 al 21.06.2017.
       Sulle motivazione dell’ordinanza il sindaco Bevilacqua afferma: nella realtà sussistono  motivi  di urgenza, in quanto non appare possibile differire l'intervento, atteso che ne deriverebbe un grave danno alla salute dei cittadini; è necessario far fronte con efficacia ed immediatezza alla situazione determinata dall'assenza di un gestore del servizio, con imminente pericolo per la tutela della salute dei cittadini;  impossibilità di provvedere altrimenti, atteso che non ricorrono rimedi ordinari per affrontare in tempi brevi l'emergenza, in quanto l'avvio del piano di intervento del comune prevede l'utilizzo dei lavoratori della società
d'ambito presso questo Ente, la cui esecuzione richiederebbe tempi incompatibili con l'emergenza profilatasi.
Giuseppe Carà

giovedì 18 maggio 2017

Consiglio comunale sulle opere pubbliche, alienazione di beni e bilancio di prevenzione. Foto.



Consiglio comunale sulle opere pubbliche, alienazione di beni e bilancio di prevenzione

 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
ING.ROCCO MICVCICHED'

 PIETRAPERZIA. Martedì sera alle per 19 si è tenuto il consiglio comunale che  ha approvato i seguenti punti all’ordine del giorno: programma triennale delle opere pubbliche, alienazione di beni e bilancio di prevenzione. Hanno votato  a favore i dieci consiglieri della maggioranza: Rocco Miccichè, Filippo Bevilacqua, Patrizia Friscira, Chiara Stuppia, Vincenzo Buttiglieri, Michele Giusto, Tiziana Crisafi, Lillo Falzone, Salvatore Messina e Daniele Quartararo. Hanno votato per la  bocciatura, Antonio Viola, Vincenzo Calì, Calogero Di Gloria e Silvia Romano. Assente l’ex presidente del consiglio Maria Rosa Giusa.
Il consiglio si è impantanato in polemiche scialbe ed ha avuto momenti di asprezze oltrepassando i limito del dovuto rispetto. Ha dimostrato fermezza il presidente del consiglio Rocco Miccichè. Per l’amministrazione comunale sono stati presenti il sindaco Antonio Miccichè e gli assessori Michele Laplaca e Chiara Stuppia. Inoltre c’è stato anche l’insediamento del nuovo segretario comunale Francesco Battaglia che regge a scavalco anche il comune di Contessa Entellina.
       Per l’alienazione dei beni il comune mette in vendita il mattatoio comunale, la delegazione comunale ed il centro commerciale. Per il completamento entrano nel piano triennale Il Palazzo del Governatore, Il Convento di Santa Maria, Il Palazzo per gli handicappati.
       IL bilancio di previsione prevede in pareggio due milioni di euro.
       Il presidente del consiglio ha consentito che in consiglio fossero presenti una radio ed un televisione privata.
Giuseppe Carà